Otocinclus macrospilus - Acquariofili Otocinclus macrospilus - Acquariofili
Marco Ferrara

Otocinclus macrospilus

 

otocinclus macrospilus

 

 

Nome scientifico: Otocinclus macrospilus

Nome comune: Mangia alghe

Famiglia: Loricaridi

Luogo di provenienza: Sud America

Valori ottimali di allevamento: Temp. 22°-28°C – Ph tra 6.5 e 7 – preferisce acqua tenera

Dimensioni: 3,5 cm

Allevamento e caratteristiche Il corpo allungato è attraversato da una fascia scura dal muso (molto pronunciato)fino all’inizio della pinna caudale incrociandosi con una banda nera verticale, è caratterizzato da una tonalità bianco perla in corrispondenza del ventre, e una decorazione maculata scura all’altezza del dorso su fondo chiaro. Il muso è piuttosto lungo e la bocca a forma di ventosa. E’ un pesce che ama vivere in gruppo, quindi si consiglia l’inserimento di almeno 4 esemplari. Di natura pacifica, si trova a suo agio in acquari di comunità non troppo affollati. Evitare la convivenza con animali particolarmente vivaci e grandi che potrebbero infastidirlo. Occorre introdurli in un acquario abbastanza stabile e avviato da tempo, poichè sono sensibili a sbalzi dei valori dell’acqua. Possono essere introdotti in vasche di piccole dimensioni di almeno 10litri ad esemplare.Non ama molto la luce e predilige rosicchiare dei legni.

Riproduzione Il dimorfismo sessuale non è molto evidente: il maschio è più snello della femmina che risulta con il ventre piu’ largo e piu’ tozza. I riproduttori depositano piccole quantità di uova facendole aderire al substrato o ai vetri. Le uova, molto piccole, si schiudono in 2-3 giorni; gli avannotti vanno nutriti con naupli e vermiciattoli finemente tritati o con rosso d’uovo ridotto in polvere.

Alimentazione Si nutre soprattutto di piccole alghe e mangimi vegetali

Marco Ferrara

Dal lontano 1978 coltivo la passione per l’acquariofilia e dal 2005 insieme a degli amici abbiamo deciso di mettere su un portale con tante informazioni mettendo a disposizione la nostra esperienza.

Ho allevato e riprodotto tantissime specie di fauna dai ciclidi ai poecilidi,ultimamente la mia attenzione è rivolta agli anabantidi nello specie betta splendens ,allevo anche varie specie di caridine e gli immancabili scalari.

Ho una particolare attrazione per le piante coltivando anche delle essenze rare con splendidi risultati.
Le mie ottime conquiste e risultati sono frutto di prove,letture e anche dell’aiuto di altri amici che hanno condiviso con me le proprie esperienze cosa che io da tempo ho deciso di fare con chi ne ha bisogno…….

Inserisci un commento